Incontro con la Polizia Postale sui pericoli del web

Con l’avvio dell’anno scolastico 2018-2019 la Polizia di Stato ha programmato e sta realizzando il consueto fitto calendario di incontri con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado sui temi di maggiore attualità. In particolare per quanto riguarda l’uso consapevole della Rete, la Specialità Polizia Postale e delle Comunicazioni si propone di fornire ai cosiddetti nativi digitali una “cassetta degli attrezzi” per usufruire di tutte le opportunità che la continua evoluzione digitale offre ma, al tempo stesso, per aumentare il livello di consapevolezza verso rischi e pericoli in cui ci si può imbattere. Cyberbullismo, pedopornografia online, adescamenti online, sono solo alcuni degli argomenti che saranno oggetto delle lezioni che gli esperti della Specialità terranno ai ragazzi ma, al tempo stesso, utili occasioni per confrontarsi con docenti e genitori. Incontri arricchiti quest’anno dalla collaborazione dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato – Sezione di Firenze. Nello scorso anno scolastico, in regione, sono stati complessivamente 27.500 gli studenti, gli insegnanti e i genitori coinvolti, pari ad un 40% in più rispetto al precedente anno scolastico.

In virtù di una consolidata collaborazione con l’Educandato Statale “SS. Annunziata” di Firenze, di cui ricorrono quest’anno i 195 anni di attività, alla presenza del Questore di Firenze Alberto Intini, del Dirigente Scolastico dell’Educandato Statale “SS. Annunziata” Patrizia Paperetti e del Presidente del Consiglio di Amministrazione Giorgio Fiorenza, è stata organizzata lo scorso 30 novembre 2018 una giornata di formazione suddivisa in due momenti: il primo rivolto agli studenti ed il secondo al personale docente ed educativo.

Una intera ed intensa giornata di formazione dedicata a studenti, educatori e docenti, quindi: cyberbullismo, pedopornografia online, adescamenti online, sono solo alcuni degli argomenti che sono stati oggetto delle lezioni che gli esperti della Specialità hanno tenuto ai ragazzi ma, e che al tempo stesso, hanno rappresentato argomenti interessanti e sempre più attuali sui quali si sono confrontati con docenti e genitori.

Anche per la Polizia Postale e delle Comunicazioni il 2018 rappresenta una tappa importante: quest’anno celebriamo il 20° anniversario dell’istituzione del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. 1998-2018: sono solo “Venti digit@li” ma per la Polizia Postale e delle Comunicazioni questi anni sono stati ricchi di radicali cambiamenti e, soprattutto, hanno segnato il passaggio dalla tradizionale “Polizia Postale” alla nuova “Polizia delle Comunicazioni”. Oggi, infatti, si parla di Polizia Postale 4.0. e tra software complessi, analisti, attività sottocopertura e digital forensics, la polizia del web è costantemente impegnata per la tutela da fenomeni criminosi quali la pedopornografia online, il cyberterrorismo, il finacial cybercrime e gli attacchi alle infrastrutture critiche.

La consapevolezza che l’azione di contrasto passi anche attraverso forme strutturate di prevenzione ha portato la Polizia Postale e delle Comunicazioni ad avviare iniziative di sensibilizzazione sull’uso consapevole del web come “Una Vita da Social” nonché la predisposizione di strumenti per aiutare il mondo della scuola e i suoi principali attori ad orientarsi nella gestione concreta di casi di rischio online.

L’evento in programma per il 30 novembre si colloca in un più ampio programma di iniziative, promosse dal Presidente del CdA dell’Educandato “SS. Annunziata” Giorgio Fiorenza, che vede lo storico istituto fiorentino impegnato da anni nel sensibilizzare gli studenti su tematiche inerenti la legalità, la lotta alle mafie, il senso civico, la cittadinanza attiva e consapevole.

PRESSPHOTO Firenze Educandato SS. Annunziata: lezione di cyberbullismo ed uso corretto del web. Foto Marco Mori/New Press Photo