Il CdA ricorre al TAR contro l'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana avverso la decisione di "sottodimensionare" la Scuola annessa all'Educandato.

Il CdA ricorre al TAR contro l'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana avverso la decisione di "sottodimensionare" la Scuola annessa all'Educandato.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto ricorso presso il Tribunale Amministrativo Regionale della Toscana, contro la decisione dell’USR di “sottodimensionare” il Poggio.
 
A parere del CdA, infatti, non vi erano e non vi sono i presupposti per il “sottodimensionamento”, sia per legge, che per consolidata giurisprudenza di merito che, ancora,  per la difficoltà nella gestione di una struttura complessa che non ha pari in tutta la Toscana. Il sottodimensionamento consente  infatti la nomina di Dirigenti Scolastici “reggenti” che si devono dividere tra due scuole e che per quanto capaci e di elevata competenza organizzativa e professionale, non possono “governare” una struttura aperta h24, sabato e domenica compresi. Una struttura che ospita ogni giorno quasi seicento ragazzi dei quali circa 80 convittrici “residenti”,  in un plesso monumentale patrimonio dell’umanità riconosciuto dell’Unesco e con cento dipendenti, oltre al corpo docente.
 
Ciò stante anche l’indirizzo fornito dalla Direttrice Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Professoressa Maria Assunta Palermo, che appena un anno fa, in una nota indirizzata proprio al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana  così concludeva : “…… la S.V. vorrà porre in essere ogni utile iniziativa volta a dirimere le controversie emerse all’interno dell’Educandato “SS. Annunziata” di Firenze al fine di consentire la regolare prosecuzione delle attività caratterizzate dalla lunga tradizione di prestigio e funzionalità proprie dell’Istituto stesso”.
 
L’udienza che tratterà il merito è fissata per il prossimo 12 febbraio 2020. Il Consiglio di Amministrazione è inoltre pronto ad affrontare anche un eventuale appello presso il Consiglio di Stato, qualora si rendesse necessario.

Comunicazione Ministeriale Dimensionamento della rete scolastica
Ricorso TAR soddimensionamento
Ricevuta ricorso al TAR