Dacia Maraini torna al Poggio per la premiazione del concorso "Amici a... 8 zampe"

Un vero e proprio ritorno a “casa” per la scrittrice Dacia Maraini, tornata all’Educandato “SS. Annunziata” lo scorso 28 novembre in occasione della cerimonia di premiazione del concorso letterario “Amici a…8 zampe” promosso dal Consiglio di Amministrazione tra gli studenti della Scuola Secondaria di I grado nel mese di giugno.

In occasione dell’ultimo giorno di scuola, infatti, il CdA ha donato una copia del volume illustrato “Telemaco e Blob. Storia di un’amicizia randagia” di Dacia Maraini a tutti gli studenti delle classi I e II della Scuola Secondaria di I grado dell’Educandato, invitandoli a riflettere sulla storia narrata dal volume e sui temi ad essa sottostanti, e ad elaborare un testo con opinioni proprie su argomenti come l’amicizia interrazziale, il saper affrontare le difficoltà della vita senza perdersi d’animo, il superamento delle differenze di “classe” sociale, le sperimentazioni condotte sugli animali, e così via.

L’evento è stato occasione per la Signora Maraini di ricordare con affetto gli anni trascorsi al Poggio Imperiale e i valori appresi, come il saper riconoscere ed apprezzare la bellezza che circonda chi ha la fortuna di studiare in una villa medicea patrimonio UNESCO e il “senso” di comunità che pervade chi vive all’Educandato e impara ogni giorno a vivere in armonia con gli altri.

Alla cerimonia di premiazione del concorso erano presenti, oltre all’autrice ed ex Poggiolina Dacia Maraini, il Vice Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Claudio Bacaloni e la rappresentante ENPA sezione Firenze Ilaria Tegliai, che ha portato l’esperienza dell’associazione animalista nella lotta al randagismo e alla violenza sugli animali.

Gli interventi degli ospiti hanno poi lasciato il passo alla cerimonia di premiazione del concorso, con la consegna dei premi ai primi 3 classificati:

  • 3° posto Mathias Vannini, che ha ricevuto in premio un ebook reader, e il cui elaborato ha mostrato una notevole capacità di riportare e commisurare a un contesto autobiografico le considerazioni profonde sul messaggio contenuto nel libro di Dacia Maraini;
  • 2° posto Eleonora Bernabei Kraft, che ha ricevuto in premio un tablet, e che ha dimostrato di aver compreso e rielaborato il messaggio contenuto nel volume oggetto del concorso in un racconto di suggestiva intonazione multiculturale;
  • 1° posto Brenda Bruscoli, ha ricevuto in premio un computer portatile, vincendo il concorso con il racconto intitolato “Samira e Laura: l’amicizia non ha confini”. Con il suo elaborato, Brenda ha presentato sotto forma epistolare una storia fortemente originale nell’impostazione e ricca di sensibilità e umana simpatia.

Una menzione speciale è poi andata all’alunna Hera Flores-Estrella, con “La storia di Alexa e Sophy”, un racconto di amicizia e integrazione, di pregiudizi sconfitti e di apertura verso un futuro di comprensione umana.